Cison Catalogo Philips 2015 AIl meeting sull'informazione #soligoinrete ha ospitato ieri un incontro dal titolo emblematico: "Cison: un comune …vivo dai Borghi più belli d’Italia alle falde del Kilimangiaro”. Obiettivo: raccontare e ripercorrere l’epopea di un Comune che, un po’ come Cenerentola, in un ventennio è passato dai margini della Provincia a diventarne il fiore all’occhiello.

Ospiti dell'appuntamento l’assessore al turismo Federico Chech, con un trio di architetti: Fabio Nassuato, Enrico De Mori e Michele Potocnik. A moderare il dibattito il nostro Giancarlo De Luca.

L’amministrazione cisonese ha ripercorso le tappe di un lungo cammino che ha portato Cison ad entrare prima nei "Borghi più Belli d’Italia" e recentemente a ricevere la certificazione "American Friendly".

L'assessore Chech ha snocciolato dati e ambizioni del Comune di Cison che, forte di un territorio ricco di bellezze e di manifestazioni come "Artigianato Vivo", punta a far soggiornare i tanti turisti che già arrivano in paese nei fine settimana e durante le manifestazioni.

Si è parlato poi delle sinergie con la Pro Loco che hanno portato all’acquisto prima e al restauro poi delle ex "Cantine Brandolini", operazione che viene ripetuta adesso con "Case Marian". Entrambi i restauri sono stati spiegati dall’architetto Fabio Nassuato.

E’ stata poi la volta dell’architetto Enrico De Mori, delegato ambiente Fai, che ha parlato di Rolle, incantevole Borgo Fai, con la sua viticultura eroica. De Mori ha raccontato la recente esperienza di Rolle come “luogo del cuore ad Expo Milano”, spiegando i futuri progetti del Fai legati al borgo e alla salvaguardia dei vitigni autoctoni.

Soligoinrete Cison 2015

Cison Catalogo Philips 2015 BIl discorso si è poi spostato sulle vie dell’acqua di Cison, con il presidente Michele Potocnik che ha parlato della valenza di questo ambiente unico lungo il terrente Rujo, con le sue canalette e i mulini immersi in una natura incontaminata. Il desiderio è quello di mettere in funzione una ruota per produrre energia elettrica in collaborazione con un privato.

In chiusura l’assessore Federico Chech ha svelato una chicca: Cison è stato immortalato nel catalogo della multinazionale "Philips" come esempio di compatibilità di un borgo storico con le luci al led di ultima generazione. Le foto hanno lasciato tutti a bocca aperta, fornendo la prova tangibile che Cison ha tutte le carte in regola per entrare nel circuito del turismo internazionale.