pietro laureanoSi terrà questa sera, mercoledì 11 novembre alle 20.30, la seconda serata di #soligoinrete, il meeting sull'informazione organizzato da Dplay Srl, editrice di Qdpnews.it. Sempre sull'onda degli avvenimenti più recenti che riguardano il Quartier del Piave e la Vallata del Soligo, l'incontro di oggi sarà dedicato alla candidatura delle colline del prosecco a Patrimonio dell'Umanità Unesco, un primo traguardo che, se conseguito, aprirebbe le porte ad una possibile consacrazione definitiva della bellezza di un territorio famoso in tutto il mondo per le sue bollicine.

"Colline…superiori. La candidatura a Patrimonio per le colline del Prosecco Docg: risvolti economici per il territorio tra Conegliano e Valdobbiadene", questo il titolo della serata, vedrà gli interventi di esperti di spessore internazionale affiancati a quelli di amministratori e rappresentati della realtà locale, a dimostrazione della sinergia necessaria a conseguire un così importante traguardo.

Sul palco dell'auditorium della biblioteca "Battistella Moccia" di Pieve di Soligo, a prendere la parola per primo sarà Gianluca Renosto, moderatore della serata, ma prima di iniziare verrà trasmesso il video emozionale sul territorio a cura di Giovanni Carraro, scrittore esperto delle Prealpi Venete.

Seguira l'intervento dell'assessore al Turismo di Pieve di Soligo Barbara Fornasier, dopo la quale Pietro Laureano (nella foto), architetto urbanista e consulente Unesco, spiegherà in sintesi cos'è effettivamente la candidatura a Patrimonio dell’Umanità.

Innocente Nardi, invece, presidente del Consorzio di Tutela del Prosecco Superiore, farà il punto sullo stato attuale della candidatura, a cui seguiranno gli interventi dei sindaci di Conegliano e Valdobbidene, Floriano Zambon e Luciano Fregonese, che parleranno della parallela candidatura d’area a "Citta’ Europea del Vino 2016".

Federico Capraro, presidente di Federalberghi Treviso, e Daniela Castiglione, coordinatrice del comitato "Fare Rete", invece, tratteranno degli stimoli positivi che il conseguimento dello status di Patrimonio dell'Umanità potrà portare in termini di ricettività e ambiente.

Infine, Alessandro Minuto Rizzo, diplomatico ed ex segretario generale della Nato, chiuderà la serata dando conto dell'effettivo respiro internazionale proprio di questo ambito riconoscimento. Al termine dell'intervento, dal pubblico sarà possibile porrè delle domande agli ospiti presenti, in modo da approfondire le tematiche legate a questa enorme opportunità per le colline del prosecco.